Agenzia ItaliaMeteo, depositata interrogazione su spesa senza criterio e duplicazione di competenze avvenute con l’ultima manovra di bilancio del governo Gentiloni

L’agenzia ItaliaMeteo nasce con l’ultimo bilancio del governo Gentiloni, regalando all’allora ministro Galletti l’ennesimo carrozzone che doveva sorgere nel TecnoPolo della sua Bologna. Con l’interrogazione facciamo presente che le uniche rilevazioni ad entrare nel circuito mondiale sono le poche svolte da Aeronautica Militare, e manca nelle finalità istitutive alcun riferimento alla validazione ed omolagazione delle previsioni fatte dai centri di protezione civile. Decine e decine di milioni di euro che rischiano di essere sperperati senza alcun criterio e beneficio per i cittadini. Chiedo quindi al premier Conte e al ministro Costa di fare luce su questa scomoda eredità lasciataci dal precedente governo.