Ambiente

/Ambiente
Ambiente2018-11-16T11:10:07+00:00
2109, 2019

Sostanze odorigene, mettiamo mano alla normativa

Con il progetto di legge “Diritto al Respiro” a mia prima firma intendiamo modificare il Testo Unico Ambientale al fine di colmare un vuoto normativo esistente in materia di sostanze odorigene. Il testo introduce concetti innovativi e regole nuove per impianti come trattamento rifiuti, discariche, raffinerie, depuratori ed allevamenti intensivi. Sarà Innanzitutto finalmente individuata la definizione di molestia olfattiva, ossia il massimo disturbo che gli impianti possono arrecare a chi vive attorno ad essi in termini di odori. Questi disturbi dovranno essere considerati di valutazione di impatto ambientale, sia che tali possano generarsi normalmente o in particolari condizioni anomale o transitorie. Verranno definiti poi i limiti di emissione, sia alla sorgente che al recettore. Su quest’ultimo sarà importante anche il monitoraggio che [...]

1909, 2019

CONSUMO DI SUOLO, IN UN ANNO CONSUMATI 24 MQ PER OGNI ETTARO DI AREE VERDI, TORINO IN CONTROTENDENZA RECUPERA 7 ETTARI

La cementificazione continua ad avanzare senza sosta in Italia, soprattutto nelle aree già compromesse nelle quali progredisce dieci volte più velocemente rispetto alle zone meno consumate. E’ quanto si evince dal Rapporto ISPRA 2019 sul consumo di suolo, pubblicato ieri e disponibile online per consultazione di tabelle, metadati e mappe. Il Lazio si attesta poco sopra la media nazionale, ma risulta essere la regione col più alto tasso di consumo di suolo del centro Italia. Tra le grandi città, soltanto Torino inverte la tendenza e recupera 7 ettari di suolo nel solo 2018. Il consumo di suolo, sempre secondo il rapporto ISPRA, “cresce anche nelle aree protette (+108 ettari nell’ultimo anno), nelle aree vincolate per la tutela paesaggistica (+1074 ettari), in quelle [...]

1909, 2019

PROVVEDIMENTO MINISTRO APRE VARCO VERSO FUTURO

Con l’annunciato provvedimento sul Clima da parte del Ministro dell’Ambiente Costa, si apre il varco verso il futuro. Un varco fatto di tanti “sì” di battaglie storiche del Movimento 5 Stelle, dalla promozione della qualità dell’aria e dell’efficienza energetica, alle fonti rinnovabili, all’eliminazione graduale dei sussidi inquinanti( una partita da 16 miliardi di euro) alla riduzione dei rifiuti e il recupero totale di materia con l’economia circolare, alla forestazione urbana e la mobilità sostenibile. Il parlamento darà sicuramente un suo contributo importante propositivo per implementare questo provvedimento attesissimo. I cambiamenti climatici sono un tema al centro dell’agenda legislativa di questo governo. Lo stiamo facendo ad ogni livello, con lo scorporo delle spese ambientali dai vincoli imposti da Bruxelles, a questo provvedimento che [...]

1309, 2019

EX DISCARICA DI VIA LE LAME: IL MINISTERO DELL’AMBIENTE RISPONDE ALL’INTERROGAZIONE SULLE MODALITÀ DI BONIFICA

Proseguono le attività del Ministero dell’Ambiente per quanto concerne la bonifica della ex discarica di via le lame a Frosinone. L’area, insieme ai terreni circostanti, è oggetto di particolari attenzioni nel Sito di Interesse Nazionale ai fini di bonifica (SIN) della valle del Fiume Sacco, e a seguito della conclusione della fase di caratterizzazione si procederà con la definizione di un cronoprogramma di dettaglio a completamento delle fasi procedurali previste dal Testo Unico Ambientale. L’obiettivo sarà quello di completare gli interventi entro la data del 31 dicembre 2023, in virtù della necessità di un ulteriore periodo di mesi 24 rispetto alla bonifica del resto del SIN legato a singole specificità presenti nella ex discarica. Rispondendo ad una mia interrogazione, il Ministero dell’Ambiente [...]

1209, 2019

DEVASTAZIONE ECOSISTEMI SIA CRIMINE CONTRO L’UMANITA

Ringrazio la mia collega Iolanda Di Stasio per la sensibilità dimostrata: come Presidente del Comitato permanente per i diritti umani ha scritto una lettera al Presidente Giuseppe Conte per far si che i crimini ambientali diventino crimini contro l'umanità. Ciò è possibile cambiando il regolamento lo Statuto della Corte penale internazionale ai sensi dell'art.7 dello Statuto stesso. Un battaglia imprescindibile per chi figlia come me di terre depauperate della loro dignità. Il nostro Paese ha troppe ferite che difficilmente potranno essere rimarginate e finché "un solo bambino continuerà a pagare le conseguenze di questo disastro" (come scrive Iolanda) non potrà il nostro Paese riprendersi Queste sono le iniziative che mi rendono fiera del lavoro che tutti insieme stiamo facendo. Come capogruppo della [...]

609, 2019

Oli esausti, chiesta audizione in commissione di inchiesta sul ciclo dei rifiuti

Ho scritto formalmente al Presidente della Commissione Ecomafie Stefano Vignaroli di valutare l’opportunità di svolgere un’audizione in merito allo Statuto del Consorzio CONOU (Consorzio Nazionale Oli Usati). Nel 2008, un correttivo al testo unico ambientale modificò l’articolo 236 del d.lgs. 152/2006, relativo il consorzio obbligatorio degli oli usati COOU. L’entrata in vigore del correttivo del 2008 riguardava l’assetto di tutta la governance del consorzio e stabiliva la partecipazione di quattro categorie d’imprese, mettendo in risalto il principio di trasparenza e libera concorrenza (raccoglitori,rigeneratori,consumatori,produttori). Nel contempo la Commissione Europea aveva aperto una procedura d’infrazione riguardo l’imposta al consumo agevolata sugli oli lubrificanti rigenerati da olio usato prodotto in Italia, dove l’imposta era ridotta del 50% rispetto ai lubrificanti base nuovi estratti dal petrolio. [...]

Load More Posts