ORO BLU2018-11-13T11:19:51+00:00
1009, 2020

INQUINAMENTO FIUME LIRI: AGGIORNAMENTI

 La situazione che riguarda l'inquinamento del fiume Liri desta non poche preoccupazioni. Interessa due regioni, Abruzzo e Lazio, ed ora non riguarda più solo l'inquinamento di tipo industriale ma si è allargata ad un inquinamento di tipo biologico. Non mi stupisce il fatto, in quanto fin dall'inizio del mio mandato mi sono occupata del nostro oro blu e della situazione sulla depurazione, anche nella nostra provincia. In particolare il Fiume Liri gli ultimi mesi è stato uno dei protagonisti del mio lavoro quotidiano. Ripercorriamo un po' di storia, per capire come mi sono mossa sul territorio negli ultimi mesi. Il 6 aprile, in pieno lockdown, avevamo infatti segnalato ad ARPA Lazio la presenza di schiume nel fiume Liri, che causavano problemi ulteriori [...]

708, 2019

SCARICHI ANOMALI: RICHIESTI CONTROLLI IN PROSSIMITà SITO EX SIGICAR (ARCE)

Dopo aver ricevuto tantissime segnalazioni di cittadini attenti e vigili, ho segnalato all’ARPA uno sversamento di sostanze inquinanti in un canale in corrispondenza del comune di Arce(FR) - frazione Isoletta. La presenza di sostanze somiglianti a schiume e idrocarburi è visibile ad occhio nudo. Tali inquinanti sono in prossimità del sito ex Sigicar. Ho così chiesto all’Agenzia formalmente di effettuare analisi del corso d’acqua in oggetto per verificare la natura e gli effetti di questo sversamento, qualora non ne avessero effettuate precedentemente. Non smetterò mai di ringraziare tutti coloro i quali si adoperano quotidianamente ognuno per le proprie competenze per la tutela dell'ambiente e del nostro oro blu. Insieme ce la faremo, un passo alla volta.

1207, 2019

LO “STRANO”CASO DI ITRI FINISCE IN PARLAMENTO

LO "STRANO"CASO DI ITRI FINISCE IN PARLAMENT Ho interrogato il Ministro Sergio Costa insieme ai colleghi Raffaele Trano e Giuseppe d'Ippolito grazie alla collaborazione del Portavoce comunale instancabile Osvaldo Agresti e dalla portavoce regionale Gaia Pernarella sullo "strano caso" di Itri in merito alla distribuzione dell'acqua potabile in alcune aree del comune di Itri che è affidata ad una rete di acquedotti privata, che secondo alcune stime serve un numero di utenze superiore alle 1000 unità. Pensate che tale servizio si serve di 5 pozzi ubicati nel medesimo comune, il cui emungimento venne tuttavia autorizzato per scopi irrigui. Nel marzo 2018 la provincia di Latina ha comunicato agli enti e ai concessionari una diffida all'utilizzo delle acque sotterranee prelevate dai pozzi per [...]

1906, 2019

Capitanerie di Porto, in audizione alla Camera il resoconto del monitoraggio di mari e fiumi

https://www.youtube.com/watch?v=BVZAk4IB5sY Oggi in commissione ambiente abbiamo audito l'ammiraglio ispettore capo Pettorino della Capitaneria di Porto - Guardia Costiera. Davvero una bella audizione. Di quelle che ti rimangono nel cuore. Per la passione, la voglia di costruzione, professionalità. L' Ammiraglio Ispettore capo Pettorino oggi è venuto in audizione per raccontare le funzioni di vigilanza e controllo svolte dal Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera per la tutela dell'Ambiente marino e costiero. Ho voluto personalmente ringraziare per l'episodio della famosa "schiuma bianca"del Fiume Sacco perché per la prima volta dando corso agli indirizzi del nostro Ministro Sergio Costa la capitaneria di porto di Gaeta ha avviato un'attività di monitoraggio del nostro Fiume. Ho sottolineato anche la sensibilità che il nostro Ministro [...]

3005, 2019

Fosso Ranaro a Rieti, le analisi Arpa identificano i responsabili dell’inquinamento

L'Arpa Lazio - Sede di Rieti - ha effettuato le verifiche sul fosso ranaro a Rieti in seguito alla presenza di grandi quantità di schiuma il 14 aprile 2019. Alla luce di quanto avvenuto, insieme a Gabriele Lorenzoni portavoce M5S alla Camera, avevamo chiesto gli atti sulle analisi svolte negli ultimi due anni e una relazione su quanto avvenuto di recente. Tale relazione Arpa ci è stata appena inviata insieme ai valori di contaminazione riscontrati nelle acque. Le indagini hanno immediatamente riscontrato due scarichi nel Ranaro: uno proveniente da docce e uno di aque nere. La portata idrica talvolta limitata ha reso questi scarichi particolarmente gravosi, a livello di compromettere l'autodepurazione delle acque del fosso. I parametri fuori norma riscontrati da Arpa [...]

3005, 2019

Rete fognaria di Civita Castellana, presentata interrogazione sul termine dei lavori

A distanza di anni dal completamento del depuratore di Civita Castellana, le acque reflue del comune ancora non vengono trattate nell’impianto malgrado possa lavorare il triplo di quanto fa oggi. Ritenendo tutto questo inaccettabile, abbiamo attivato il Governo Conte attraverso una interrogazione alla Camera dei Deputati, a mia prima firma, per far luce sui ritardi. Sulla mancata depurazione delle acque reflue l’Unione Europea ha aperto una procedura di infrazione nei confronti dell’Italia, contestando anche l’agglomerato di Civita Castellana con l’ulteriore aggravio di essere in area sensibile dal punto di vista ambientale data la vicinanza della riserva naturale di Nazzano Tevere-Farfa e mettendo in guardia lo Stato di possibili sanzioni in caso di inadempienza. Nel frattempo la giunta Zingaretti, sollecitata dall’Ordine del Giorno [...]

Carica altri articoli
Torna in cima