Sarà l’Italia il Paese da cui prenderà il via l’iniziativa #RestartTourism dell’Onu: per noi è una notizia bellissima, un segnale importante che ci rende ancora più ottimisti sul rilancio del turismo e di tutte quelle attività, culturali oltre che economiche, che hanno dovuto subire un duro stop in questi mesi. Chi ama l’arte, la storia, la cultura e i paesaggi mozzafiato non può non amare l’Italia, da sempre grande meta turistica, da Nord a Sud, e non a caso. Nostro compito è quello di valorizzare il suo immenso patrimonio, per i cittadini italiani e per quelli di tutto il mondo: è in questa direzione che ci siamo mossi finora, supportando per quanto possibile l’industria culturale e i suoi lavoratori, e che dobbiamo proseguire in modo ancora più convinto, unendo il nostro lavoro a quello del Governo e, in particolare, a quello del nostro ministro Di Maio. Il nostro impegno è di fare di più e meglio nei prossimi provvedimenti per dare respiro al settore, fondamentale, della cultura. Siamo stati tra i Paesi più colpiti dalla pandemia, ma anche tra quelli che sta dimostrando più coraggio nel rialzarsi e più volontà di sfruttare in positivo le opportunità che sempre offrono i cambiamenti. Apprezziamo quindi doppiamente il gesto del segretario generale dell’Unwto Zurab Pololikashvili e lo aspettiamo con gioia in Italia.