Categorie: Ambiente, ComunicatiPublished On: 3 Febbraio, 2019tag = , ,

📣LA GESTIONE DELL’ ACQUA DEVE TORNARE PUBBLICA📣

DATA

Febbraio 3, 2019

CATEGORIE
CONDIVIDI

Un simbolo del fallimento della gestione dell’acqua: Il depuratore di #Anagni, una struttura mai entrata in funzione, che ci è già costata centinaia di milioni di euro e tutto l’agglomerato è sotto procedura d’infrazione da parte dell’Unione Europea!

Chi gestisce il servizio chiude i piccoli impianti per abbattere i costi, ma intanto quelli grandi funzionano male, non sono sufficienti o non funzionano proprio, così si verificano sempre più episodi di contaminazione e sversamenti di acque contaminate.

Casi come questo ce ne sono tanti in #Italia: mentre i privati incassano i dividendi a fine anno, i cittadini pagano due volte, prima con le bollette e poi con le loro tasse quando si tratta di pagare le multe all’Europa.

Inoltre le tariffe in alcune città sono alle stelle. Rappresento due Terre che sono un pessimo esempio di gestione: i cittadini della Provincia di #Frosinone hanno visto levitare la spesa del 154% dal 2007 al 2017, mentre a #Latina le bollette sono triplicate e la rete perde più del 70% dell’acqua che trasporta.

❔Dove finiscono questi soldi?
❔ Perché non si fanno gli investimenti necessari?

La risposta è semplice: 👉c’è qualcuno che mette i propri guadagni davanti all’efficienza del servizio e all’interesse della collettività!

Per questo stiamo lavorando alla Camera alla legge sulla gestione pubblica dell’acqua a prima firma Federica Daga
Se eliminiamo il lucro dei privati e le speculazioni della finanza sulla risorsa più preziosa, liberiamo risorse per migliorare il servizio e ridurre gradualmente la bolletta!

Riporteremo presto l’acqua nelle mani dei cittadini, che hanno chiesto la gestione pubblica con il referendum del 2011! Stateci accanto in questo sprinti finale, continueremo a tenervi aggiornati!💧