Il 21 gennaio 2019, a seguito delle numerose segnalazioni ricevute in merito ad una allarmante colorazione rossastra delle acque del canale Rio Martino a Latina, ho provveduto a chiedere ad Arpa Lazio – Sezione di Latina – di intervenire e trasmettere le analisi che avrebbero effettuato.

Con il rapporto di analisi n. SLT 2019/0094/0080 sul campione prelevato  da Arpa Lazio il 21 gennaio stesso, si è appreso della elevata domanda chimica e biochimica di ossigeno delle acque, nonché di azoto ammoniacale e alluminio.

Altro dato preoccupante è la conta dei batteri fecali, escherichia coli: 210.000 unità formanti colonia per 100 ml, ad indicare una evidente contaminazione da acque reflue.

La colorazione sarebbe invece data da alghe appartenenti alle euglenoficee, secondo Arpa “verosimilmente responsabili” del fenomeno.