Ilaria Fontana

Portavoce alla Camera dei deputati

Sottosegretaria di Stato al Ministero della Transizione Ecologica

ORO BLU2018-11-13T11:19:51+00:00
2104, 2021

Acqua 4.0: il digitale è fondamentale per garantire sostenibilità e controllo sui territori

Oggi si parla di un tema fondamentale che è quello dell’acqua 4.0 e attraverso il ricorso alle nuove tecnologie smart e ai big data la risorsa idrica può trarre grandi benefici. Tutto questo va ad unire i due pilastri del Pnrr, ovvero digitalizzazione e transizione ecologica. Il mondo digitale sotto questo aspetto viene molto in aiuto e può davvero fare molto, basti pensare a tutti i processi di approvvigionamento e alle reti di depurazione delle acque reflue. La digitalizzazione può inoltre aiutarci a migliorare i controlli sul territorio, ad esempio con l’aggiornamento dei piani regionali degli acquedotti e mediante tutte le reti di monitoraggio smart. In questa ottica si può ragionare anche per un migliore controllo del territorio, con un aggiornamento dei [...]

2203, 2021

L’ACQUA E’ PATRIMONIO DI TUTTI E DI TUTTE: GIORNATA MONDIALE DELL’ACQUA

Ogni anno, il 22 marzo, le Nazioni Unite lanciano un appello per celebrare la giornata dedicata alla tutela della più importante risorsa a nostra disposizione, una delle tre matrici fondamentali dell’ambiente: l’acqua. L’obiettivo del #WorldWaterDay è quello di richiamare l’attenzione sulla crisi idrica globale in vista del raggiungimento di uno degli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030: acqua e servizi igienico-sanitari per tutti e tutte. Negli ultimi vent'anni è diminuita del 20% la disponibilità pro capite di acqua. 1,2 miliardi di persone, un sesto della popolazione globale, vivono in aree agricole gravemente soggette a carenza idrica e a scarsità di risorse. In tutto il mondo, l'11% dei terreni dipendenti dalla piovosità e il 14% dei pascoli sono esposti a episodi frequenti di [...]

1009, 2020

INQUINAMENTO FIUME LIRI: AGGIORNAMENTI

 La situazione che riguarda l'inquinamento del fiume Liri desta non poche preoccupazioni. Interessa due regioni, Abruzzo e Lazio, ed ora non riguarda più solo l'inquinamento di tipo industriale ma si è allargata ad un inquinamento di tipo biologico. Non mi stupisce il fatto, in quanto fin dall'inizio del mio mandato mi sono occupata del nostro oro blu e della situazione sulla depurazione, anche nella nostra provincia. In particolare il Fiume Liri gli ultimi mesi è stato uno dei protagonisti del mio lavoro quotidiano. Ripercorriamo un po' di storia, per capire come mi sono mossa sul territorio negli ultimi mesi. Il 6 aprile, in pieno lockdown, avevamo infatti segnalato ad ARPA Lazio la presenza di schiume nel fiume Liri, che causavano problemi ulteriori [...]

1007, 2020

FIUME LIRI: RICHIESTO INTERVENTO MINISTRO SERGIO COSTA PER MONITORAGGIO

Negli ultimi mesi sono state segnalate numerose volte delle eclatanti manifestazioni di inquinamento lungo il corso del fiume Liri, che si estende dall’Abruzzo fino al basso Lazio. I primi casi sono stati segnalati ad Aprile 2020, in piena lockdown per emergenza Covid-19. Le segnalazioni sono continuate nel corso dei mesi sia a valle del fiume, come nel comune di Isola del Liri, che a monte come domenica 5 luglio scorsa in Abruzzo. In casi analoghi, come avvenne per le schiume del Fiume Sacco ad ottobre del 2018, si arrivò persino ad attivare il Reparto Ambientale Marino del Corpo delle Capitanerie di Porto al fine di risalire il fiume dalla foce sino alle fonti dell’inquinamento. In quell’occasione l’attività di verifica degli scarichi portò [...]

708, 2019

SCARICHI ANOMALI: RICHIESTI CONTROLLI IN PROSSIMITà SITO EX SIGICAR (ARCE)

Dopo aver ricevuto tantissime segnalazioni di cittadini attenti e vigili, ho segnalato all’ARPA uno sversamento di sostanze inquinanti in un canale in corrispondenza del comune di Arce(FR) - frazione Isoletta. La presenza di sostanze somiglianti a schiume e idrocarburi è visibile ad occhio nudo. Tali inquinanti sono in prossimità del sito ex Sigicar. Ho così chiesto all’Agenzia formalmente di effettuare analisi del corso d’acqua in oggetto per verificare la natura e gli effetti di questo sversamento, qualora non ne avessero effettuate precedentemente. Non smetterò mai di ringraziare tutti coloro i quali si adoperano quotidianamente ognuno per le proprie competenze per la tutela dell'ambiente e del nostro oro blu. Insieme ce la faremo, un passo alla volta.

1207, 2019

LO “STRANO”CASO DI ITRI FINISCE IN PARLAMENTO

LO "STRANO"CASO DI ITRI FINISCE IN PARLAMENT Ho interrogato il Ministro Sergio Costa insieme ai colleghi Raffaele Trano e Giuseppe d'Ippolito grazie alla collaborazione del Portavoce comunale instancabile Osvaldo Agresti e dalla portavoce regionale Gaia Pernarella sullo "strano caso" di Itri in merito alla distribuzione dell'acqua potabile in alcune aree del comune di Itri che è affidata ad una rete di acquedotti privata, che secondo alcune stime serve un numero di utenze superiore alle 1000 unità. Pensate che tale servizio si serve di 5 pozzi ubicati nel medesimo comune, il cui emungimento venne tuttavia autorizzato per scopi irrigui. Nel marzo 2018 la provincia di Latina ha comunicato agli enti e ai concessionari una diffida all'utilizzo delle acque sotterranee prelevate dai pozzi per [...]

Torna in cima