Ilaria Fontana

Portavoce alla Camera dei deputati

Sottosegretaria di Stato al Ministero della Transizione Ecologica

Blog2020-12-15T09:55:12+00:00
508, 2022

Stategia Nazionale per la Biodiversità

L’elaborazione della nuova Strategia Nazionale per la Biodiversità al 2030 si pone in continuità con l’adozione della prima Strategia Nazionale per la Biodiversità, relativa al decennio 2011-2020, in attuazione agli impegni assunti con la ratifica della Convenzione sulla Diversità Biologica, in coerenza con gli obiettivi della Strategia Europea per la Biodiversità al 2030 ed in allineamento con la visione strategica del contesto internazionale al 2050. 🍀 Come si contribuisce ad invertire l’attuale tendenza alla perdita di biodiversità e al collasso degli ecosistemi, che avvengono a livello globale e contribuire all’obiettivo internazionale di garantire che entro il 2050 tutti gli ecosistemi del pianeta siano ripristinati, resilienti e adeguatamente protetti? Semplice. Attuando il primo possibile ad attuare la Strategia anche nel nostro Paese. La [...]

408, 2022

La Ricetta di Gualtieri per i rifiuti? Mettere le mani avanti!

Non basterà il profetico nuovo inceneritore ma servirà ricorrere ad altri impianti tra cui quello di San Vittore del Lazio, perché si è reso conto che il problema rifiuti non si risolve costruendo un inceneritore. Ma dai, caro Sindaco! Davvero la tematica dei rifiuti non si risolve incenerendoli? Che strano concetto di economia circolare ha il PD! Mentre le famose 4R (Riduzione, riutilizzo, riciclo e recupero) sono arrivate a 10, con azioni quali riparazione, aggiornamento tecnologico e riuso, c'è chi ancora affronta senza alcuna visione e sensibilità ambientale la transizione ecologica. La gestione dei rifiuti parte dalla produzione, riducendone i quantitativi prodotti ed aumentando la raccolta differenziata. Non si può risolvere un problema attuale con impianti operativi tra diversi anni e sulle [...]

408, 2022

📣AGGIORNAMENTI SIN BACINO FIUME SACCO

Lo ripeto da sempre, con consapevolezza e determinazione: tutte le bonifiche vanno fatte "presto e bene", con una collaborazione istituzionale che metta al centro l'obiettivo comune che è quello di donare quei territori bonificati alle comunità locali. Sono entrata in Parlamento e del Sin Fiume Sacco c'era solo una perimetrazione ultimata nel 2016, data in cui il SIN è nato. Abbiamo lavorato con Sergio Costa come allora Ministro e Salvatore Micillo come allora Sottosegretario ad un accordo di programma poi partito a marzo 2019 con 53,6 milioni di euro. Una volta diventata Sottosegretaria al Mite ho continuato a lavorare ad un addendum sullo stesso accordo con una rimodulazione degli interventi aggiungendo anche risorse per interventi rispetto a quelle programmate, firmato ad [...]

208, 2022

Aggiornamenti SIN Massa e Carrara

In questi mesi tra i siti di interesse nazionale, mi sono occupata anche del Sin di Massa e Carrara, conosciuto attraverso gli occhi e i racconti di Riccardo Ricciardi e di tutta la comunità pentastellata locale. Ho conosciuto Riccardo proprio parlando di bonifiche, io della mia Valle del Sacco, lui della sua Massa. Poi ho conosciuto Laura, Paolo, Irene, Luana, l'amministrazione 5 Stelle di Carrara e abbiamo fatto fronte comune. 📍Ho voluto fortemente un tavolo istituzionale politico che ho reso permanente al fine di superare eventuali criticità tra Mite, Regione Toscana, la Prefettura, la Provincia e i comuni coinvolti nella bonifica. Un tavolo che si è riunito diverse volte e che ha portato avanti tanti passi che i cittadini aspettavano da anni. [...]

108, 2022

Mar Mediterraneo, un patrimonio da proteggere e tutelare

L'Italia entro il 2030 si è impegnata con l'Europa a tutelare almeno il 30% delle acque marine e si è impegnata nel creare nuove aree protette in mare come risposta ad un'efficace strategia sulla biodiversità. Il nostro Mar Mediterraneo è un hotspot di biodiversità marina: oltre 15mila specie marine di cui il 30% endemiche. Purtroppo è in un atto un processo multifattoriale che porta alla perdita di biodiversità marina. È necessario attuare politiche di gestione che permettano la salvaguardia di habitat importantissimi tra cui quelli biogenici, come il coralligeno e le praterie di Posidonia. Importantissimo è portare avanti la strategia nazionale del nostro Paese. Vi aggiorno anche sugli ultimi passi fatti: la pubblicazione finale del testo consolidato della Strategia Nazionale Biodiversità 2030 [...]

2907, 2022

LA BIODIVERSITÀ COME RETE DELLA VITA

Non esiste altro Pianeta noto che ospiti la vita così come viene conosciuta. La relazione tra clima, biodiversità, Uomo assume un ruolo primario nell'ultimo rapporto dell'IPCC. Diventano strumenti preziosi le valutazioni sul potenziale rischio dei cambiamenti climatici sulla biodiversità. Il monitoraggio delle specie aliene su tutto il territorio nazionale italiano viene fatto nelle aree protette, seguendo la carta della natura seguita dal sistemo SNPA, soluzioni nature-based. Vanno eliminati poi i sussidi ambientalmente dannosi ed occorre il prima possibile portare a termine la strategia nazionale della biodiversità al 2030 (a maggio 2022 è finita la consultazione pubblica ed in questa fase si stanno esaminando le proposte arrivate). Ci aspettano inoltre due eventi internazionali, la Cop15 e la Cop27 in cui sarà fondamentale concretizzare [...]

Torna in cima